BLOG

Slogan pubblicitari che ci sono rimasti in testa

Slogan pubblicitari famosi

Ci sono pubblicità che sono entrate nella storia e lo hanno fatto grazie a slogan particolarmente efficaci, che ci sono rimasti in testa e che talvolta abbiamo iniziato ad adottare in situazioni della vita di tutti i giorni.

Una delle migliori pubblicità degli anni '80 è quella del 1984: o così o Pomì.
Nata grazie agli sforzi dell'agenzia italo-tedesca Pirella & Göttsche, è presto diventata uno slogan entrato nel linguaggio italiano.

È del 1994 un altro celebre slogan della televisione italiana: Fate l’amore con il sapore.
E perché no? Specialmente se si parla di uno yogurt dal gusto soffice, l'idea di creare una finestra di seduzione con lo yogurt sembra essere vincente.

slogan-rimasti-in-testa

Quante volte poi ci siamo ritrovati a rispondere allo stesso modo alla domanda Cosa vuoi di più dalla vita?: Un Lucano

Senza dimenticare le risposte ironiche che abbiamo dato a chi in qualche modo ha cercato di zittirci: Silenzio. Parla Agnesi.

Tra le migliori pubblicità vi sono quelle che si basano su una particolare rima interna. Come: Trony, non ci sono paragoni.
Grazie al facile modo di dire, e alla rima stessa, lo slogan entra subito nel cervello e diventa virale. E il tono, quanto mai iperbolico, esalta il marchio.

Quando poi si parla di acque minerali, al Liscia, Gassata o Ferrarelle ha fatto verso qualche anno più tardi Altissima, Purissima, Levissima.
In entrambi i casi ecco due aggettivi seguiti dal nome del brand, come se questi fosse un aggettivo, come se fosse una parola della lingua italiana.
Condividi l'articolo:
Hai delle domande o vuoi contattarci?
Privacy Policy
 Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
Non ci presentiamo? :(
Contattaci subito