BLOG

Neuromarketing e Sensory Branding

Oggi, in un complesso sistema di networking, le aziende nello studio dei loro brand tengono in considerazione, e non poco, quanto il logo scelto, i colori, i profumi incidano nelle reazioni neuro psichiche che comportano l’acquisto o meno del prodotto.
O comunque, ne suscitano il ricordo.
Questa attività è definita Neuromarketing.
 


Neuromarketing cosa significa

La scienza definisce così il neuromarketing: “complesso delle tecniche di marketing che sfruttano le scoperte e le metodologie delle neuroscienze, per determinare le forme di comunicazione più efficaci ad influire sui processi decisionali del consumatore”.
Il consumatore ricopre qui un ruolo da protagonista, perché non è più visto come colui che passivamente reagisce alla comunicazione o alla promozione di un articolo.
Si parte anzi dalle sue esperienze e dalle sue sensazioni: diventa un soggetto attivo nella storia del brand…rievocare un ricordo vissuto o un’emozione provata stimola nel soggetto una maggiore propensione all’acquisto.

Il neuromarketing descrive i motivi per i quali acquistiamo e soprattutto all’interno di quali situazioni emotive lo facciamo.
 

Neuromarketing e Sensory Branding

Il sensory branding è un tipo di marketing che fa appello a tutti e 5 i sensi e che ha lo scopo di sollevare il consumatore al momento dell’acquisto, coccolandolo proprio in quel momento.
È l’unione tra le reazioni del cervello, dell’inconscio e delle sensazioni che rendono unico il momento dello shopping.

neuromarketing e sensory branding


Il neuromarketing olfattivo


Molti store puntano sul neuromarketing olfattivo: molte persone sono infatti più propense ad acquistare, se inebriate da determinate fragranze.
Ad esempio sono preferite note agrumate e fresche. Per esempio, per l’acquisto di un detergente è stato dimostrato che utilizzare una fragranza di limone è preferibile rispetto all’utilizzo di una fragranza di cocco. O, ancora, odori di frutta o note caramellate possono essere adoperati in un’agenzia di viaggi perché evocano l’evasione e l’esotismo, mentre in un negozio di abbigliamento femminile l’utilizzo di note sensoriali di vaniglia può far aumentare le vendite. 
Condividi l'articolo:
Hai delle domande o vuoi contattarci?
Privacy Policy
 Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
Non ci presentiamo? :(
Contattaci subito