BLOG

E-MAIL MARKETING: LE BASI

e-mail marketing
Condividi l'articolo:

L'e-mail marketing è uno dei primi segmenti dell'internet marketing, il quale comprende anche il marketing online tramite siti web, social media, blog. L'e-mail marketing consente alle aziende, insieme a tutti gli altri strumenti di digital marketing, di adattare i loro messaggi di marketing ai propri clienti in base alla profilazione più adeguata.

Cos'è l'email marketing?

Definizione e-mail marketing: l'uso della posta elettronica per promuovere prodotti e servizi.

Spiegato meglio, l’e-marketing riguarda la raccolta di dati, lo sviluppo e l’invio di messaggi al fine di instaurare relazioni con potenziali clienti oppure fidelizzarli. 

Viene utilizzato quindi per coltivare relazioni con gli utenti, mantenerli aggiornati sul proprio marchio, offrire coupon per incoraggiare la fedeltà e altro ancora!

L'email marketing può essere personalizzato

Gruppi particolari di clienti possono essere raggiunti da comunicazioni ad hoc. Ad esempio, offrire ai singoli clienti offerte speciali per il compleanno è un tipo di personalizzazione dell'email marketing. Oppure un brand con e-commerce potrebbe inviare sconti riguardo prodotti simili a quelli già acquistati dal cliente, in modo da stimolare un’altra conversione.

L’email marketing aiuta l'azienda a sviluppare e mantenere una relazione con un cliente nel tempo, che si spera produca un aumento delle vendite e una maggiore fidelizzazione dei clienti.

L'e-mail dovrebbe anche essere ottimizzata per l'utilizzo mobile, poiché oltre la metà degli utenti legge le mail da smartphone. Calcola quindi al massimo una lunghezza di tre scroll, mettendo le cose più importanti in maniera sintetica all’inizio ed eventualmente ripetendole alla fine.

Cosa scrivere nella newsletter?

È importante inviare non soltanto messaggi promozionali per stimolare direttamente gli acquisti: le persone tendono ad essere allergiche a chi cerca palesemente di fargli acquistare a tutti i costi qualcosa.

Alcuni esempi di contenuti che puoi includere nelle tue e-mail sono link ad articoli sul tuo sito web, premi fedeltà per gli abbonati, testimonianze dei clienti, informazioni su nuove promozioni o vendite e annunci su nuovi articoli o servizi. Le e-mail possono anche essere utilizzate per ricordare semplicemente alle persone che hanno espresso interesse per la tua azienda che esisti!

I vantaggi dell'email marketing

I due grandi vantaggi principali sono il prezzo e la facilità.
L'invio tramite e-mail è un modo economico per pubblicizzare i tuoi prodotti rispetto a molti altri tipi di marketing, e dunque accessibile anche alle piccole imprese. È anche abbastanza facile impostare e tenere traccia di una campagna di email marketing.

L'enorme plus della posta elettronica rispetto ai social media è che gli utenti sono più propensi a vedere un messaggio nella loro casella mail: pubblicare qualcosa (soprattutto senza una strategia social ben strutturata e di budget per l’advertising) non significa che tutti vedranno il tuo messaggio. Il tuo post potrebbe non comparire nemmeno nei feed dell'audience. Tuttavia, un'e-mail sarà ben visibile nella posta in arrivo fino a quando non viene letta (o cancellata).

Inoltre, l’e-mail offre moltissime funzionalità di reporting e analisi, come tassi di click, tassi di apertura, frequenza di rimbalzo e conversioni: dati preziosissimi per valutare e migliorare il funnel.

E-mail marketing: come funziona

Le newsletter e le DEM vengono inviate alla mailing list ad esempio fornendo aggiornamenti sulla tua azienda, eventi in programma, offerte speciali e, naturalmente, ricordando che la tua attività esiste.

Se, nel momento dell'iscrizione, tutti i dati (nome, cognome, età, luogo di residenza…) sono stati organizzati correttamente, sarà facile programmare invii specifici per fasce di utenti: ad esempio, per coinvolgere persone in un evento, si preferirà l’invio a coloro che si trovano nelle vicinanze; per promuovere un prodotto femminile/maschile si invierà una comunicazione mirata a sole femmine o a soli maschi.
newsletter

L'email marketing dovrebbe andare di pari passo con la presenza del brand sui social media. L'aggiunta di pulsanti "Mi piace" o "Condividi" dei social media alle tue email offre un ulteriore modo per i clienti di connettersi con il tuo marchio. Estratti di recensioni positive dei fan sui social possono essere inclusi nelle e-mail, e i post sui social possono essere utilizzati per incoraggiare i fan a iscriversi alla newsletter.

L'email marketing può aumentare il ROI del tuo business, se gestito bene. È un ottimo modo per convincere le persone a visitare il tuo sito web o negozio, e più traffico equivale a maggiori entrate economiche.

Tool per email marketing

Esistono moltissimi software e strumenti di automazione che rendono l'e-mail marketing un’attività facilmente gestibile e comprensibile. Ad esempio, MailChimp e MailUp possono essere utilizzati per creare e inviare e-mail e monitorare le interazioni. Puoi anche tracciare tassi di click-through, tassi di apertura, frequenza di rimbalzo e conversioni, in modo da poter stabilire chi sta aprendo le e-mail, chi sta navigando sul tuo sito tramite le tue e-mail e altro ancora.

Usando un software di email marketing puoi personalizzare le e-mail con i nomi degli abbonati e inviare e-mail personalizzate. È anche possibile mantenere elenchi di e-mail separati e inviare offerte diversificacte a gruppi di destinatari diversi.

Email marketing 5 consigli

  1. Costruisci bene la tua lista, cercando di raccogliere più informazioni possibili. Se l’elenco dei contatti diventa molto ampio cerca di eliminare quelli inattivi.
  2. Rispettare le regole del GDPR sulla privacy policy. Questo include avere un oggetto non ingannevole, un metodo di annullamento dell'iscrizione facile e il tuo nome e indirizzo alla fine delle e-mail.
  3. Non mandare solo gli annunci pubblicitari. Usa le tue e-mail per costruire un rapporto con i clienti condividendo la tua esperienza, dando loro consigli o stimolando la curiosità.
  4. Attieniti a una calendarizzazione. L'invio di e-mail in giorni specifici (es. ogni mercoledì alla stessa ora) può aiutare i tuoi contatti a capire cosa aspettarsi dal tuo brand.
  5. Non inviare spam o comunicazioni poco chiare. Se stai ancora cercando di capire cosa sia meglio per un segmento di pubblico, fai degli A/B test.
VUOI NEWSLETTER CHE VANNO DRITTE ALLA META?
Ti aiutiamo noi!
LASCIA UN COMMENTO

L'articolo ti è piaciuto o vorresti dei chiarimenti a riguardo?
Commenta! ti risponderemo il prima possibile

Vota l'articolo

Privacy Policy
 Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
Invia commento