La violenza online.

Menu

La violenza sui social, un dato crescente

È da poco trascorsa la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne e molto si è detto e si è scritto a riguardo.

Noi riportiamo un’indagine condotta da Amnesty International sulle violenze e le molestie a cui le donne sono sottoposte online.

Il report è stato effettuato su un campione di quattromila donne, e ha evidenziato che una donna su cinque è vittima di violenza soprattutto sui social; si tratta di violenze di natura sessista, causate da misoginia che possono avvenire anche sotto forma di minaccia.

In Italia, Amnesty International asserisce, il 16% delle donne ha subito molestie online, mentre negli USA il 33%, in Gran Bretagna il 22% e in Spagna il 19%. Il quadro si aggrava quando alle minacce si aggiungono le diffamazioni e le pubblicazioni delle foto personali sui social, da parte degli ex partner.

Molte delle vittime dichiarano di non sentirsi più al sicuro e di temere per i membri della propria famiglia.

Nonostante le piattaforme come Facebook e Twitter cerchino di combattere le molestie sui loro canali, gli strumenti usati risultano comunque insufficienti.
Uno dei problemi limitanti, denunciano Fb e Tw, è che non vi sono politiche sulle molestie online in difesa delle vittime.

Intanto, noi comunicatori continuiamo a denunciare con ogni mezzo gli atti di violenza.

Metti un like

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.