Tutto quello che c'è da sapere sulle Fake News

Menu

Fake News. Tutti ne parlano ma pochi sanno smascherarle

Torna alle news
05/12/2017
Web marketing, Web, Social media, Facebook

Oggi si chiamano Fake News, anni fa, quando l'inglese era meno di moda, si chiamavano bufale, notizie false, o semplicemente bugie.

Chi di noi non ha mai sentito, o è stato l'artefice, di una di quelle frasi che inziano con "ho sentito dire che ..." 
Supponiamo che un nostro amico, o presunto tale, inizi un discorso dicendo: "Ma lo sapevi che... Sai, voci confermano proprio questo! Se te lo dico è perchè ne sono convinto!"

Bene, in questo momento scattano diversi fattori che fanno si che il nostro cervello classifichi questa notizia come assolutamente veritiera. Questi fattori hanno un'origine psicologica, sociale e infine culturale.

 

Perché le fake news diventano virali?

Torniamo all'esempio di prima, crediamo al nostro amico perché ci fidiamo di lui, quindi diamo per certo che ciò che ci sta dicendo sia vero. 
Ma cosa accade se la notizia la leggiamo su facebook o su un blog che seguiamo? Che la notizia diventa virale, nessuno si preoccupa se ciò che stiamo leggendo sia vero o meno perché ci fidiamo delle fonti, o di chi l'ha condivisa e a nostra volta ricondividiamo la notizia.

L'università di Bloomington e la Columbia University hanno condotto uno studio che denota che l'efficacia della viralità di una notizia non dipende dalla sua veridicità. Se le notizie provengono dalla nostra “social bubble”, verranno probabilmente accettate senza troppe perplessità. Ciò vuol dire che qualsiasi tipo di contenuto ha la stessa potenzialità di diventare un trend. Specie se si tratta di notizie di contenuto riguardante il gossip, o news che abbiano un elemento eclatante o allarmista.
In psicologia questo fenomeno prende il nome di pregiudizio di conferma: è più facile credere a chi la pensa come noi e rifiutiamo ciò che, invece, entra in contraddizione con il nostro sistema di valori. Per farla breve, al nostro cervello non interessa tanto la verità, quanto la nostra versione di questa.

Come smascherare le fake news?

Laura Boldrini, Presidente della Camera, qualche mese fa ha lanciato una nuova sfida ai giovani studenti italiani: smascherare le Fake News
Questo nuovo progetto ha l'obiettivo di formare detective del web, in grado di capire, sempre, se una notizia è vera o è falsa, se un post su Facebook è una menzogna. E per riuscirci la Boldrini, insieme al Ministro Valeria Fedeli, ha messo a punto il progetto di educazione civica digitale #BastaBufale: un decalogo per aiutare i ragazzi a difendersi dalle Fake News, redatto con l'aiuto di Miur, Confindustria, Fieg, Rai, Facebook e Google.
  1. Condividi solo notizie che hai verificato
  2. Usa gli strumenti di Internet per verificare le notizie
  3. Chiedi le fonti e le prove
  4. Chiedi aiuto agli esperti 
  5. Ricorda che anche Internet e i social network sono manipolabili
  6. Riconosci i vari tipi e gli stili delle notizie false
  7. Hai un potere enorme, usalo bene
  8. Dai il buon esempio: non lamentarti del buio, ma accendi la luce
  9. Impara a riconoscere gli odiatori e i provocatori seriali
  10. Ricorda che il tuo click ha un valore
Per cui, prestiamo molta attenzione a ciò che pubblichiamo o condividiamo!

 

Metti un like

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.