Menu

Sabato sera la finale Torino - Sanremo: Calcio contro Festival

Torna alle news
10/02/2016
Eventi, Concerti

Mancano pochi giorni a quella che è già stata descritta come una vera e propria sfida a distanza: le due regine dell'attuale campionato di Serie A contro la "kermesse" canora per eccellenza, ma anche il calcio opposto a uno dei baluardi della tradizione musicale italiana.

Il prossimo 13 febbraio, infatti, andrà in scena non solamente la serata conclusiva della 66esima edizione del Festival di Sanremo, ma anche il match-scudetto tra la Juventus di Massimiliano Allegri e il Napoli di Maurizio Sarri. La concomitanza dei due eventi ha scatenato una sorta di guerra degli ascolti, tra velate polemiche e sibilline dichiarazioni a mezzo stampa che hanno finito per rendere incandescente la vigilia: chi si aggiudicherà questo inusuale "derby dello share" tra Sanremo e Torino?

Torino Sanremo


Non è certo la prima volta che il calendario stilato dalla Lega Calcio per la Serie A propone, in contemporanea con la finalissima del Festival, degli incontri di cartello. Tuttavia, il caso ha voluto che la gara più attesa dell'anno, valevole per il 25esimo turno di campionato, fosse stata sorteggiata a febbraio, mettendo di fronte due protagoniste inattese. La Juventus, campione d'Italia in carica, aveva avuto una partenza ad handicap e sembrava irrimediabilmente tagliata fuori dalla corsa per il titolo; la formazione partenopea, invece, si presenta da "outsider" e nessuno avrebbe mai immaginato che la trasferta di Torino potesse diventare un crocevia decisivo per la conquista dello scudetto. Insomma, il Festival diretto da Carlo Conti avrà uno scomodo avversario per la serata di sabato e dai vertici Rai di viale Mazzini trapela un certo nervosismo per quello che potrebbe rivelarsi un clamoroso boomerang.


La manifestazione che ha luogo nella prestigiosa cornice del Teatro Ariston viene di solito organizzata nel corso di una settimana in cui le squadre italiane non sono impegnate in alcuna competizione europea. Inoltre, come da tradizione, non ci sarà la concorrenza di "C'è posta per te" su Canale5: la trasmissione di Maria De Filippi non andrà in onda proprio per evitare di fronteggiare il colosso sanremese. Questa volta i telespettatori italiani saranno però chiamati a scegliere tra calcio e musica, col rischio concreto che il Festival venga snobbato. Riuscirà il cast artistico assemblato da Carlo Conti a non essere oscurato dal derby tutto argentino che, allo "Juventus Stadium", vedrà di fronte Paulo Dybala e Gonzalo Higuaín, gli uomini-simbolo delle rispettive compagini?

Nelle ultime ore, il conduttore toscano ha provato a sparigliare le carte: a margine di una conferenza stampa, Conti ha ricordato che i tifosi bianconeri e azzurri possono anche vedere la partita in differita. "Un consiglio? Registrate la partita, poi spegnete il telefono e godetevi Sanremo" ha detto, tra il serio e il faceto, il 54enne originario di Firenze, ricordando anche che non ci saranno dei collegamenti in diretta durante lo show dal momento che la Rai non detiene i diritti per la gara. Le sue parole non sono state accolte bene da Carlo Tavecchio, irritato da quello che considera un colpo basso: il plenipotenziario della FIGC, tuttavia, non ha risposto direttamente a Carlo Conti e si è limitato a ribadire che "tutto il Paese si fermerà per Juventus-Napoli e il 13 febbraio scopriremo cosa sceglieranno gli italiani".

Rai vs SKY
Non resta dunque che attendere questo sabato per scoprire chi vincerà la sfida dell'audience tra Rai1 e l'accoppiata Sky/Mediaset Premium (le piattaforme che trasmetteranno il match): riusciranno Renato Zero, Giuseppe Fiorello e Cristina D’Avena, "guest star" della serata conclusiva del Festival, a spostare l'ago della bilancia a favore di Sanremo?

Al telecomando l'ardua sentenza.

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.