Menu

Instagram ads funziona?

Torna alle news
28/01/2016
Instagram, Advertising, Facebook, Web marketing


Da qualche tempo è aperta alle aziende la possibilità di inserire messaggi pubblicitari e promuovere campagne di advertising su Instagram.

A pochi mesi dalla sua introduzione, ci chiediamo: Instagram ads funziona?

Pubblicità su Instagram
Il 30 settembre scorso, a pochi giorni dall'introduzione del nuovo formato landscape (orizzontale) e dopo un periodo di rodaggio di due anni negli Stati Uniti, le inserzioni hanno fatto il loro debutto su Instagram in 30 Paesi, Italia compresa. Da allora, gli utenti del famoso social di photosharing di proprietà di Facebook, si ritrovano nel proprio feed annunci pubblicitari riportanti l'etichetta "sponsorizzato" in alto a destra ed un link per le call-to-action (reindirizzamento ad un sito esterno, download di una app o visualizzazione di un video). Ormai da tempo abbandonato il motto "gratis è bello", Instagram si pone ora l'obiettivo di rendere normale e non invasiva la presenza di contenuti sponsorizzati all'interno del feed.

Gli obiettivi di Instagram
Negli ultimi anni Instagram è cresciuta fino a diventare una comunità di 150 milioni di persone. Con un tale successo, era abbastanza scontato che prima o poi il social di Mark Zuckerberg introducesse la pubblicità. Per indorare la pillola, Instagram ha dichiarato che, tra gli obiettivi del social, vi è quello di creare un business sostenibile e di fare in modo che ogni pubblicità sia il più possibile, naturale, divertente e creativa. Va puntualizzato, per rassicurare gli utenti, che le loro foto non verranno in alcun modo utilizzate per le inserzioni dei brand, perché sarebbe contrario alle linee guida del social. Inoltre essi avranno il pieno controllo degli annunci, dato che deterranno il potere di nasconderli o di lasciare un feedback.

Gestione delle Instagram ads
Le sponsorizzazioni su Instagram si creano e gestiscono attraverso gli strumenti di Facebook (Power editor, API, Ads Manager) a cui gli inserzionisti sono già avvezzi. Questo comporta innanzitutto dover collegare l'account di Instagram alla pagina Facebook che amministrate. Andate dunque nelle Impostazioni, selezionate la voce "Inserzioni di Instagram" dal Menu di sinistra e inserite Username e Password del vostro profilo Instagram (uno solo per pagina). Quando create una campagna o un annuncio sul sito di photosharing, ricordatevi che gli obiettivi supportati dalle Instagram Ads sono tre: clic sul sito web, download applicazione, visualizzazione video.
Sono inoltre ammessi 3 formati: Carousel, una sorta di slideshow dove più foto scorrono in sequenza da sinistra a destra e viceversa; immagini, ora disponibili anche in formato panoramico; video ads da 30 secondi massimo.


Tra le novità è stato introdotto Marquee, soprannominato "own a moment", servizio adatto per il lancio di eventi e di nuovi prodotti, appositamente studiato per raggiungere in poco tempo un vastissimo target.

Campagne unificate Facebook - Instagram
Possedere un account su Instagram non è una condizione indispensabile per pubblicare le proprie inserzioni, però da essa dipende la possibilità di visualizzare e moderare i commenti degli utenti, azione gestibile tramite Power Editor o Ads Manager. Gli strumenti di profilazione dell'audience sono gli stessi di Facebook e anche i parametri per misurare l'impatto sulle vendite e gli altri fattori oggetto di analisi sono del tutto simili. Grazie all'integrazione delle due piattaforme, è possibile scegliere se far comparire un annuncio su un solo social o su entrambi, raggiungendo così un pubblico più vasto e trasversale. Qualora scegliate di creare campagne integrate, dovrete realizzare un set di inserzioni adatto ad entrambi i posizionamenti e sfruttare la funzione che permette di ritagliare le immagini nelle dimensioni idonee a ciuscuna piattaforma. Quella delle campagne unificate è probabilmente una delle mosse più astute di Facebook per candidarsi come valida alternativa a Google Adwords.

Instagram ads funziona?
Instagram ads è un'oppurtunità senza precedenti, sia per le grandi aziende che per le PMI, che potranno aumentare la propria visibilità e la brand awareness, ed è anche un punto d'incontro tra gli utenti e i loro brand preferiti. I piccoli brand, che ancora non hanno saputo cogliere appieno le potenzialità dei social network, avranno finalmente la possibilità di testarne i vantaggi in termini di ritorno degli investimenti. I rischi sono l'esposizione al trolling, come hanno dimostrato le prime sponsorizzazioni, ma si tratta di un'evenienza del tutto prevedibile con operazioni di questa portata. Secondo le prime stime, la pubblicità su Instagram dovrebbe fruttare cifre da capogiro: si parla di un miliardo di dollari entro il 2017, cifra che potrebbe quadruplicare nel 2020! Instagram ads è ancora agli albori ma ha già tutte le carte in regola per diventare leader nel campo del mobile advertising.

E voi avete già provato?

Metti un like

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.