BLOG

Selfie? No, jelfie!

Siete di quelli che ad ogni occasione, uscita con gli amici ne approfittate per farvi un selfie?
E prima dello scatto vi sistemate i capelli, il trucco e guardate nell’obiettivo per assicurarvi che il nostro sguardo sia abbastanza intrigante per ricevere chissà quanti like!?
Bene, sappiate che non è più di moda il vostro selfie così inteso. Non badate più a trucco e parrucco, perché ora la moda richiede il #jelfie: uno scatto mentre si salta.
Infatti il termine jelfie è la contrazione di due termini inglesi, jump (salto) e selfie.

Sono già molti i vip che si scattano #jelfie, anzi che si fanno ritrarre mentre saltano; da Chiara Ferragni passando per Michelle Hunziker finendo con Lady Gaga.

Al momento tra gli utenti di Instagram si contano appena 576 post con l’hastag #jelfie (ma siamo certi che il numero aumenterà).

Cosa fare per avere un #jelfie perfetto?
Non ci sono regole vere e proprie, ma utili consigli che renderanno il vostro scatto davvero unico.

Innanzitutto, è fondamentale la scelta della location, in quanto su una scala da 0 a 100, compromette il 70% della riuscita.

Sceglietene una che sia suggestiva e dopo… Saltate!

Quando saltate, però, non siate rigidi. Rilassate i muscoli facciali così da non sembrare impauriti o dare l’effetto missile. Siate naturali, spontanei e sorridenti!
Infatti, è proprio la spontaneità il segreto del #jelfie. Dimenticatevi, quindi, delle pose plastiche.

Cenno storico
Il primo #jelfie è stato scattato dal fotografo americano Philippe Halsman nel 1950, coniando il termine Jumpology. Con questo vocabolo il fotografo faceva riferimento alla sua collezione di scatti fatti alle star hollywoodiane, ritratte proprio mentre saltano.
Tra questi Salvator Dal, Marilyn Monroe, Grace Kelly, Bridgitt Bardot, Sophia Loren e Audrey Hepburn.
 
Condividi l'articolo:
Hai delle domande o vuoi contattarci?
Privacy Policy
 Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
Non ci presentiamo? :(
Contattaci subito