Pokémon Go: ci siamo già stufati?



Ancor prima del suo rilascio Pokemon GO, il popolare videogioco sviluppato da Niantic e basato sull'omonimo universo dei Pokemon, ha generato un hype a dir poco stratosferico, interessando milioni di persone in tutto il mondo. Dopo circa due settimane dalla sua pubblicazione, infatti, Pokemon GO poteva contare su circa 45 milioni di utenti attivi ogni giorno, una cifra difficile da paragonare ad altri titoli del passato.

A soli due mesi dal rilascio, invece, l'enorme successo che ha accompagnato il videogioco di Niantic nelle scorse settimane sembra ormai solo un lontano ricordo, mentre il declino di Pokemon Go diviene sempre più realtà. E' giusto, quindi, parlare di tendenza temporanea? Per il momento ancora no. Secondo alcuni analisti e aziende del settore americane, infatti, Pokemon GO avrebbe perso al momento "solo" 15 milioni di giocatori attivi ogni giorno, mentre i restanti 20 milioni fanno ancora del gioco di Niantic l'app più popolare del Play Store e dell'App Store. A ciò bisogna aggiungere poi che tali misurazioni non possono ritenersi esatte, in quanto non sono state effettuate dalla stessa Niantic.

Pokemon GO: a chi va attribuita la colpa del suo declino?

Nel dubbio che si tratti di un calo temporaneo o una certa discesa, le ipotesi in rete abbondano. La principale indiziata, infatti, sembra essere proprio la software house Niantic, ritenuta non in grado di conservare i suoi utenti nel medio-lungo periodo, in quanto le dinamiche di gioco sono spesso ripetitive. Secondo vari esperti, inoltre, il calo di utenti subito da Pokemon GO è dovuto a scelte errate di Niantic. Tra queste, quella più evidente è stata la rimozione del riquadro "Pokemon nei dintorni", che tramite delle impronte informava l'utente sulla distanza dei Pokemon nei paraggi. Si trattava di una caratteristica molto efficace, che permetteva agli utenti di scegliere il percorso migliore al fine di catturare il Pokemon più vicino. Il calo di utenti attivi registrato nelle scorse settimane, infatti, coincide proprio con l'aggiornamento del gioco che prevedeva la rimozione di questa funzione.



In secondo luogo, invece, vanno considerati anche i numerosi ban effettuati da Niantic verso i suoi utenti. Al fine di rimuovere i giocatori scorretti dalla sua piattaforma, la società statunitense ha dato luogo infatti a milioni di ban, che hanno portato all'esclusione dalla piattaforma anche utenti che non c'entravano nulla.

Nonostante il recente rilascio di Pokemon GO in altri Paesi, tra cui in Giappone lo scorso 22 Luglio, il calo di utenti registrato continua ad aumentare, costringendo la società Californiana ad introdurre nuove migliorie al gioco come, ad esempio, l'introduzione di nuovi Pokemon. Non resta che aspettare, quindi, la risposta degli utenti nelle prossime settimane, per determinare la posizione del gioco, al momento, più utilizzato al mondo.
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.