Cos'è il Material Design, il linguaggio di design di Google?


Il Material Design è un design ideato e utilizzato da Google, basato su regole di programmazione che fanno uso di layout sviluppati su una griglia, con animazioni, giochi di illuminazione dei riquadri e transizioni.
Si tratta dello stile che contraddistingue tutti i prodotti del mondo Google.

Il concetto di Material Design è di creare una visualizzazione intuitiva tramite queste componenti e la schematizzazione semplice di scritte e colori.
Il design prende spunto dal concetto grafico delle schede utilizzate su Google Now, e dopo il 2009 è stato esteso a tutta la gamma di applicazioni di Google, diventandone la veste grafica ufficiale.




Presentato da Google nel 2014, il Material Design, secondo l'idea del suo ideatore, il designer Matías Duarte, vuole dare l'impressione di avere a che fare con elementi materiali, reali, come riquadri cartacei, che in base alla loro disposizione e all'effetto che danno nello spazio suggeriscono il loro stesso utilizzo.
Ogni elemento di interfaccia grafica del mondo Google diventa una superficie reale e tangibile. 
Da qui il suo nome in codice, Quantum Paper.

La veste grafica di Google è disponibile per tutte le versioni di Android, dalla 2.1 alle successive, attraverso la libreria v7 appcompat.

Per gli sviluppatori che sentono la necessità di implementare i design delle loro applicazioni, Google ha anche fornito una interfaccia di programmazione basata sul Material Design.
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.