Raffinatezza e finezza, ad esempio, richiedono viola e grigio.

Menu

L'importanza dei colori nel marketing

Torna alle news
14/06/2017
Colore

Semanticamente la parola colore indica “la sensazione fisiologica che si prova sotto l’effetto di luci di diversa composizione spettrale e la luce stessa, costituita da radiazioni elettromagnetiche di determinate lunghezze d’onda”. (Treccani)

Nel web e quindi nel mondo digitale (oltre che sulla carta stampata) il colore è in grado di influenzare la riuscita di un claim pubblicitario o l’identità di un brand perché va a lavorare anche sulle reazioni percettive della memoria.

Colori caldi o colori freddi?

Per capire quale sia il colore che ci serve, facciamo una prima selezione distinguendo tra i colori caldi e i colori freddi.
Nella prima categoria troviamo: il rosso, il giallo, l’arancione e le tonalità che ne derivano (marrone, albicocca, salmone)
Nella categoria dei colori freddi abbiamo invece il verde, il blu, il violetto e, come sopra, le tonalità che ne derivano.
I colori vengono così ripartiti in base alla reazione emotiva che suscitano: quelli caldi sono di forte impatto, mentre quelli freddi invitano alla calma e alla meditazione.
 

Quale colore scegliere per il tuo brand

Un brand, per il lancio di un prodotto, dovrebbe tener conto non tanto di quale sia il colore giusto per “sfondare”, ma di quale sia il colore più adatto e coerente con la propria reputation e con il proprio target.

I colori nel marketing: quale strategia

Studiare la comunicazione di un prodotto o un servizio è, ovviamente, la fase determinante per poterne assicurare il successo.
La strategia, che va oltre la semplice pianificazione dei canali comunicativi, coinvolge anche lo studio del packaging, quindi la grafica e i colori che si vogliono utilizzare.
Uno step strategico imprescindibile consiste nello studiare i propri competitor.
Se, per esempio, questi utilizzano per lo più il colore verde, l'utilizzo del blu darebbe maggiori opportunità per balzare agli occhi degli utenti.


A chi si rivolge il tuo brand? Con chi stai comunicando?

Non basta promuovere un buon prodotto o promuovere bene un prodotto per assicurarsi una riuscita del brand.
Chiediti sempre, prima di scegliere il packaging e il colore, a chi ti stai rivolgendo. Questo ti consentirà di avere le idee più chiare sulla reazione emotiva che vuoi suscitare e quindi sul colore da utilizzare.

Ci sono storie di brand in cui il colore fa il brand stesso e uniforma il target, superando l’ulteriore differenziazione tra colori per donne e quelli per uomo. Come per esempio Coca-Cola. Qui il suo colore rosso arriva prima di tutto il resto e soprattutto ne rimarca la sua identità.
Riesci a pensare Coca-Cola in un altro colore?

Il colore, ricorda, rispecchierà la personalità del brand.
Il grafico che segue, messo a punto dalla psicologa e professoressa Jennifer Aaker dell'Università di Stanford, sintetizza la relazione che intercorre tra la brand reputation e la scelta del colore. 


Colori e brand

I migliori colori che evocano la sincerità sono nero, arancione, grigio e bianco.

Rosso, giallo e verde sono quelli consigliati per l'excitement e per le emozioni forti.

Blu, verde ed arancione accompagnano bene chi vuole mostrare competenza.

La raffinatezza e la finezza richiedono viola e grigio.

Per evocare forza e rudezza, infine, sono rosso e marrone i colori consigliati.

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.