Twitter conviene ancora?

Non sono in pochi a chiedersi se, ancora oggi, investire sull'utilizzo di una piattaforma come Twitter possa essere una mossa adeguata.
Se è vero che molte aziende hanno accolto questo social con notevole clamore, è anche vero che molte altre piattaforme sembrano una scelta ben più efficace per coloro che vogliono raggiungere la clientela in maniera veloce e affidabile.

Eppure, alcuni imprenditori continuano a credere nella forza del "cinguettio": scopriamo insieme perché e se questo social è destinato a decadere o se sarà ancora apprezzato a lungo.
 

Pubblicità su Twitter

In realtà la pubblicità su Twitter non è mai stata semplice: l'idea di disporre di un mezzo che si basa sulla rapidità di comunicazione e sull'idea che ogni messaggio debba essere condiviso "qui e adesso" non aiuta affatto le aziende più grandi.
Non si può pensare di programmare la pubblicazione dei post e, sebbene si tratti di messaggi molto brevi, bisogna disporre di personale addetto che possa scrivere e condividere in tempo reale ogni aggiornamento.
Eppure, investire su Twitter non è un problema solo per la rapidità richiesta nel rilascio di nuove informazioni, ma anche per l'assenza di filtri e liste che mettano in contatto gli utenti interessati ad una determinata categoria di prodotti o servizi.
Certo, l'utilizzo degli hashtag diventa fondamentale, ma la responsabilità è quasi totalmente affidata al community manager che deve scegliere gli argomenti della giornata più interessanti e utilizzarli per far passare il proprio messaggio.
Una sfida non semplice che, specie negli anni della comunicazione rapida, diventa una vera e propria impresa.

Ne deriva che la pubblicità su Twitter funziona, ma non come dovrebbe: il social avrebbe potuto migliorare notevolmente il suo funzionamento e permettere anche ai distributori di beni e servizi specializzati di condividere il proprio messaggio.


 

Il futuro di Twitter

Non è difficile, adesso, rispondere a quanto chiesto in apertura: per chi si stia chiedendo se abbia ancora senso investire su Twitter, la risposta non può che essere negativa.
Il social, nato per la condivisione di informazioni e idee intellettuali, si rivela totalmente inadatto a chi desidera sponsorizzare un prodotto o promuovere un nuovo lancio e sembra destinato ad essere accantonato, in favore di piattaforme come Facebook e Instagram.
Foto, hashtag e messaggi molto brevi compongono la strategia aziendale perfetta: Twitter, dal canto suo, sembra essere rimasto molto indietro, rispetto agli ultimi trend, e potrebbe essere presto dimenticato.
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.