Gmail Ads. Integrata con Google Adwords è più facile.

Menu

Gmail Ads: come funziona?

Torna alle news
19/05/2016
email Marketing, adWords

Come fare pubblicità con gli annunci Gmail?

L’email è il più efficace canale per raggiungere il tuo target.
Ecco perché tanti blogger sperimentano molteplici strumenti per poter “catturare” l’indirizzo mail dei propri visitatori.

E se non dispongo degli indirizzi mail?
Puoi comunque entrare nella Inbox delle loro caselle di posta.
Come? Con le Gmail ads, le pubblicità che compaiono nelle caselle di posta degli utenti Gmail.
Già dal settembre 2015 Google ha integrato Gmail Ads con Google Adwords
Questo consente di utilizzare le intelligenti opzioni targeting di Google per raggiungere milioni e milioni di utenti attivi Gmail, utenti che controllano la loro casella di posta più volte al giorno.

Con gli strumenti di Adwords è poi possibile misurare la reach, l’open rate, il CTR e tanti altri dati che consentono un efficace monitoraggio delle tue campagne pubblicitarie.

Gli utenti Gmail vedranno un teaser della tua inserzione nella loro Inbox. Cliccando, potranno vedere la forma estesa del tuo annuncio.

gmail_banner


Sono disponibili su Adwords diversi template che consentono di personalizzare le pubblicità, permettendoti persino di includere video, numeri di telefono, form e link.

Quattro tappe per gestire al meglio le tue campagne Gmail Ads:

1. Avrai bisogno di un account Adwords attivo.
La campagna verrà realizzata attraverso la Rete Display di Google. Scegliendo l’opzione “Tutte le funzioni”, puoi scegliere gli annunci Gmail personalizzati della Galleria di Annunci.
Si paga solo per l’annuncio compresso.
Una volta che l’annuncio si espande, eventuali clic sui contenuti non saranno conteggiati.

2. Dovrai crearti gli annunci, testando immagini e testi differenti, in modo da lasciare attivi quelli che “funzioneranno” meglio in termini di conversioni. Ricordati che andranno realizzati sia quelli in forma compressa sia quelli in forma estesa.

3. Scegli con attenzione il tuo target.
Qui si può decidere o meno il successo della tua campagna. Prova a utilizzare il Display Planner. Ti sorprenderà.

4. Analizza i tuoi report e monitora, monitora, monitora.

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.