Giochi Anni 80 vs. Giochi di Oggi

Chiunque sia nato alla fine degli anni 70 ed all'inizio degli anni 80 ricorderà sicuramente con piacere, e con nostalgia, i giochi all'aperto che caratterizzavano l'infanzia e l'adolescenza di intere generazioni: guardie e ladri, ruba bandiera e nascondino, tanto per citare i più comuni.

Giochi che promuovevano l'aspetto fisico e di socializzazione e che permettevano di passare sterminate ore in compagnia.

Con l'arrivo del personal computer, e la sua diffusione capillare nelle case degli Italiani grazie alla storica azienda Commodore, le cose sono cambiate drasticamente. I video giochi anni 80 hanno infatti cambiato radicalmente il concetto di gioco.

Per giocare non serviva più un cortile o una giornata di sole, bastava un vecchio televisore (niente scart o HDMI, ma un semplice cavo coassiale a fare da connessione!) ed un computer su cui caricare, molto lentamente, quei software che simulavano una vera sala giochi.

Gli sviluppatori di videogiochi in quegli anni erano dei veri artisti grazie alla creazione di suoni ed immagini realizzati sfruttando al massimo ogni singolo bit messo a disposizione dei non potenti elaboratori. Anche l'aspetto sociale veniva drasticamente ridimensionato: niente più baraonde di amici ma al massimo due giocatori alla volta! I giochi di oggi non sono più quelli di un tempo.

Niente più strada dunque a fare da sfondo alle contese dei più piccoli, niente più piccoli personal computer, rimpiazzati da console sempre più performanti. Oggi la Commodore intesa come negli anni 80, non esiste più. Al suo posto il monopolio dei video giochi è passato a giganti che sfornano hardware con frequenza annuale e con prestazioni impensabili anche solo pochi anni fa.



 

Videogiochi e socializzazione

Paradossalmente però l'aspetto di socializzazione sta tornando in auge e a riavvicinare i giocatori ci pensa la rete che permette di far partecipare alla medesima partita persone anche lontane migliaia di chilometri tra di loro!

Nella contesa tra giochi anni 80 e giochi di oggi non c'è dunque un vincitore ma una evoluzione del modo di vivere il divertimento!
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.