Blended Learning. Tutte le potenzialità dell'Apprendimento Misto

Con l’espressione Blended Learning ci si riferisce ad una moderna metodologia di apprendimento che si avvale di strumenti e ambienti differenti, da cui anche l’indicazione di apprendimento ibrido o misto.
In termini generali, il Blended Learning prevede da una parte il mantenimento della forma tradizionale frontale di insegnamento in aula, nella quale gli studenti hanno contatto diretto con il docente, mentre dall’altra integra attività per lo più realizzate con strumenti informatici (computer fissi e dispositivi mobili), che consentono di seguire specifici moduli didattici appositamente predisposti in qualunque altra sede come, ad esempio, nell’ambito domestico dello studente.

Questa seconda modalità è anche nota con l’espressione più comune di e-learning, ossia apprendimento a distanza per via telematica.

È risaputo che un importante impulso allo sviluppo dell’e-learning, e quindi anche al Blended Learning, è stato reso possibile con l’incremento dell’accessibilità a svariati strumenti informatici sempre più performanti e semplici da utilizzare, nonché grazie alla possibilità di collegarli fra loro mediante la rete internet.

 

Le Flipped Lessons. Cos'è l'Apprendimento Rovesciato?

La variante di Blended Learning più sfruttata soprattutto nell’ambiente accademico americano è rappresentata dalla cosiddetta Flipped Lessons, ossia lezioni "rovesciate".
In questo caso lo studente svolge la lezione principale da casa, ad esempio seguendo semplicemente un video didattico; successivamente, in aula, esercita e consolida le nozioni acquisite dal filmato interagendo con il docente e gli altri compagni di corso.

Secondo i promotori di questa tecnica, tale modo di operare (l'apprendimento rovesciato) consente di incrementare considerevolmente l’efficienza delle lezioni svolte in aula, poiché il docente non deve spendere tutto il tempo ad illustrare l’intero modulo, potendo conseguentemente concentrare i propri sforzi sul chiarimento e approfondimento di quelle parti del modulo stesso più complesse ovvero per fugare eventuali dubbi o perplessità da parte degli allievi.

L’indubbio vantaggio offerto dallo strumento informatico e dalla lezione appositamente confezionata su supporto digitale è rappresentato in primo luogo dalla possibilità di poter rivedere più volte la lezione registrata, nonché l’assenza di vincoli temporali durante la giornata: grazie a quest’ultima caratteristica, sarà lo studente stesso a scegliere il momento più adatto per prestare la propria attenzione al video, ponendosi inconsapevolmente nelle migliori condizioni per affrontare l'attività didattica stessa.

Per comprendere il possibile futuro del sistema Blended Learning a livello mondiale, ci aiuta innanzi tutto uno sguardo al tasso di crescita del mercato e-Learning degli ultimi anni (2012-2016), che vede l’Asia primeggiare con il 17,3%, seguita dall’Europa dell’Est con il 16,9% e l’Africa con poco meno del 15%. Mediamente l’incremento di volume mondiale di questo mercato è pari al 7,6% annuo, che espresso in dollari americani equivale a 51,5 miliardi.





Blended Learning nelle Università

In Italia è soprattutto l’Università a promuovere il Blended Learning, con oltre 50.000 persone iscritte già nel 2008.
Oggi, gli studenti che utilizzano questi strumenti didattici sono poco meno del 25% del totale e quasi la metà di questi è occupata in altre attività a tempo pieno o parziale, grazie alla maggior libertà offerta dalla tecnologia informatica.
La quota dei fruitori post-scolari è invece collocata al 19%. (Fonti: Docebo e Aspen Institute Italia 2014).



=> Scopri Kennis, l'innovativa piattaforma di e-learning (LMS) di ABC Interactive
La soluzione per tutte le tue esigenze formative
.



 
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.