Nella redazione di un testo, di una presentazione aziendale o semplicemente per chi si diletta in lavori di grafica, la scelta del font ovvero della tipologia di carattere da utilizzare per ottenere un effetto professionale ma anche piacevole è determinante.

Scorrendo il menu a tendina di un foglio word o excel si può constatare come ci siano centinaia di soluzioni a disposizione.

Spesso la scelta di come abbinare i font può risultare davvero ardua!
Chi vuole ottenere una buona leggibilità del testo può optare per una combinazione tra caratteri "sans serif" e "serif", i primi da utilizzare per il titolo (garantiscono una maggiore consistenza visiva) ed i secondi per il testo (aggraziato e leggibile).

Si può anche scegliere una combinazione che sia basata su un ordine "gerarchico" tra le parti a cui si vuole dare maggior rilevanza: in questo caso il messaggio principale è anche il primo che arriva al lettore.

Anche se potrebbe apparire una buona idea, accoppiare all'interno di una medesima slide font della stessa famiglia può risultare molto sgradevole, in particolar modo per un occhio allenato che coglierebbe comunque la seppur minima differenza.
Molto meglio, se necessario, utilizzare un unico tipo di font.

L'effetto contrasto è un punto a favore in un testo, purché non sfoci in un conflitto: attenzione quindi a non scegliere font radicalmente diversi tra di loro.

Infine, a meno che non si debba comporre un manifesto davvero originale, meglio non usare più di tre font!

Per quanto riguarda i Google Fonts, il sito FastPrint.co.uk ci aiuta, regalandoci quest’infografica, in cui vengono confrontati 400 differenti accoppiamenti di font.





Il quadratino bianco indica che i font funzioneranno bene insieme, quello grigio segnala che la combinazione è improbabile e quello nero rappresenta un avvertimento a non utilizzare assolutamente l’accoppiamento.
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più.