Menu

Prenotare hotel direttamente da Google. A questo punto andiamo al mare a Mountain View.

Torna alle news
22/07/2015
Google, Marketing, Facebook, Web marketing

Google sta testando la possibilità di farci prenotare e pagare gli hotel direttamente dal suo motore di ricerca.

Un vero e proprio cambio di business per il gigante di Mountain View, che ricorda il cagnolino della pubblicità di Tripadvisor che abbaia in maniera molto umana. Il cagnolino vorrebbe dirci “Prenota! Prenota!”, ma è solo un cane, non può farlo. Eppure ce lo dice lo stesso.
Allo stesso modo Google è solo un motore di ricerca, ma ci consente di prenotare lo stesso con una soluzione del tutto simile all’Instant Booking di TripAdvisor: si può ora chiudere una prenotazione direttamente sull’Hotel Finder di Google invece di essere reindirizzati su un altro sito.
Chiamiamola pure strategia di facilitazione della prenotazione.

Come funziona?
Provate a digitare “Hotel Rouge Washington”.

prenotare e pagare hotel da google

Cliccando su “Prenota una camera” gli utenti vengono inviati direttamente ad una pagina di prenotazione di Google. E' tutto molto molto semplice.

Sembra che l’idea sia nata per rispondere ad esigenze mobile. In questo modo, dicono, si riesce a semplificare la prenotazione ad alberghi con siti non ottimizzati.
Rimane il fatto che i grandi colossi del web si stanno proponendo sempre più come i veri leader del mondo del turismo.

Nel caso di Google gestire le transazioni economiche direttamente dal motore di ricerca è un cambio di passo non indifferente.
Una cosa è fornire dei risultati di ricerca. Un’altra è provare ad incrementare le entrate da quei risultati di ricerca. Il rischio è quello di favorire negli annunci chi ti fa monetizzare di più. Ma così facendo, Google non rischia di perdere la propria credibilità?

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.