Le 10 frasi che fanno veramente impazzire un grafico

Menu

Le 10 cose da non chiedere mai ad un grafico.

Torna alle news
24/04/2016
Packaging design, Web design, Grafica

Avere a che fare con un grafico non è certamente semplice: questi personaggi molto estrosi vivono in un mondo tutto loro, fatto di colori e di pixel, parlano una lingua incomprensibile a noi comuni mortali ed inseguono ispirazioni allucinanti.

Non è sempre facile far comprendere quindi ad un grafico le nostre esigenze, anche perché non facendo parte degli addetti ai lavori, ci esprimiamo magari in maniera piuttosto vaga e finiamo per dire cose assurde come la famosa frase "Make the logo bigger and red", che ormai ha fatto il giro del mondo e soprattutto ha fatto accapponare la pelle a qualsiasi grafico.

Se dobbiamo rivolgerci ad un grafico per il restyling del nostro sito dobbiamo però capire che la collaborazione è la cosa fondamentale per la riuscita del lavoro: sarebbe meglio riuscire a non mandare il grafico su tutte le furie chiedendogli cose assurde.

A meno che non lo si voglia far arrabbiare sul serio, ecco qui le 10 cose da non chiedere mai a un grafico.

1. I contenuti non sono ancora pronti, puoi iniziare comunque a progettare la grafica? La grafica viene studiata e progettata proprio in base al contenuto, affinchè il tutto sia armonico e sensato. Ciò che si legge dovrà essere coerente con quello che si vede e quindi dobbiamo capire che se la grafica viene studiata senza i contenuti si rischia poi di dover modificare il progetto e di perdere ulteriore tempo.

2. Riesci a fare tutto entro domani? Fare le cose di fretta non ha mai portato a nulla di buono. Un esempio ci arriva dalla cronaca recente: all'Expo 2015 il padiglione della Turchia è stato progettato a tempo di record, perché in ritardo ed il secondo giorno della manifestazione, una lastra di metallo si è staccata ferendo una ragazza. Se i lavori fossero stati fatti con la dovuta calma ed attenzione, questo molto probabilmente non sarebbe successo.

3. Mi mandi il file in formato editabile? I software che usa il grafico, come Illustrator, InDesign e soprattutto Photoshop, fanno davvero miracoli, ma bisogna anche saperli usare. Sarebbe come andare in pasticceria e chiedere la ricetta della buonissima torta che abbiamo acquistato il giorno prima: ma se riuscissimo a farla noi, andremmo mai dal pasticciere a comprarla?

4. Mi puoi fare differenti versioni del progetto? La prima cosa da fare quando si commissiona un lavoro ad un grafico è quella di confrontarsi con lui per far capire cosa si vuole e quali sono le reali esigenze. Per il grafico, ma anche per qualsiasi altro professionista, fare differenti versioni di un progetto è una perdita di tempo e anche di denaro, visto che solo una verrà poi effettivamente pagata.

5. Puoi modificare questa foto con Photoshop? Photoshop è un software che a noi profani sembra la bacchetta magica della Fata Turchina, pare che con un click faccia miracoli: peccato che per fare i cosiddetti miracoli su un progetto ci si impieghino anche delle ore. E' quasi sempre tempo sprecato cercare di voler inserire a tutti i costi una foto che piace nel progetto: meglio fidarsi della professionalità del grafico, visto che è pagato per questo.

grafici_torino



6. Puoi fare anche questa modifica? È l'ultima, prometto. Certo può capitare di voler cambiare qualcosa a lavoro ultimato, ma se questa diventa una costante, vuol dire che vogliamo approfittarci del grafico. Se dopo l'imbiancatura delle pareti di casa, ci accorgiamo che quel colore non sta affatto bene con l'arredamento, o ce lo teniamo o diciamo all'imbianchino di pitturare di nuovo, ovviamente pagandolo. Con il grafico succede la stessa cosa: una modifica, anche due si possono fare, ma quando si parla di modificare parecchie cose si tratta di lavoro extra e come tale va considerato e quindi remunerato.

7. Puoi farmi un logo uguale a questo? Ecco una delle cose che più fa irritare un grafico. A parte che copiare una qualsiasi immagine o logo, vuol dire non rispettare il copyright ed andare incontro anche a conseguenze legali e vuol dire anche andare contro all'etica professionale, il fatto di dire ad un grafico di fare una cosa uguale ad un'altra, equivale ad uccidere la sua creatività. Al limite, possiamo giusto fargli vedere un logo per fargli capire i nostri gusti, niente più.

8. Dai, tanto ci metti un minuto, mi puoi correggere questo? D'accordo che siamo profani e che non abbiamo la minima idea di come si usino i software che invece sono il pane quotidiano di un grafico, ma se lo volete far arrabbiare veramente dovete sminuire il suo lavoro. Anche fare una modifica minima, a volte può impegnare mezza giornata e sentirsi dire che tanto ci vuole solo un minuto, manda veramente in bestia.

9. Mi fai uno sconto? Il fratello della mia ragazza mi ha chiesto la metà. Dopo una frase del genere dobbiamo aspettarci che il grafico ci mandi dal fratello della nostra ragazza o più probabilmente a quel paese: il lavoro si paga, la professionalità anche, se ci siamo rivolti ad un professionista è perchè volevamo un progetto serio. 

10. Posso scegliere tanti colori? In genere il grafico ci chiederà di scegliere tra due o tre colori principali, ma se lo vogliamo far davvero impazzire, dobbiamo sceglierne almeno dieci e soprattutto effettuare la scelta di fronte a lui, magari estraendo i colori, precedentemente scritti su dei pezzettini di carta, da un cappello.

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.