10 cose che un'azienda non dovrebbe mai dire o fare su Facebook.

Menu

Le 10 cose che un'azienda non dovrebbe mai dire su Facebook.

Torna alle news
26/02/2016
Facebook, Social media, Web marketing, Web

La gestione delle pagine social può risultare fondamentale per il successo di un'azienda su Internet, soprattutto perché è attraverso esse che si comunica l'immagine dell'azienda ed il messaggio del suo brand.

In questo senso, Facebook è senza dubbio il social network che offre gli strumenti migliori per spiccare sul mercato del digitale, ma è anche quello che può indurre chi gestisce la pagina aziendale a commettere errori imperdonabili.


Ecco le 10 cose che un'azienda non dovrebbe mai dire o fare su Facebook.

1. Pubblicare un post fuori tema.
Si tratta dell'errore più comune che un social manager possa commettere: condividere un post interessante, ma fuori tema può confondere il fan e portarlo alla disaffezione nei confronti del brand.

2. Pubblicare post auto-glorificanti.
Un altro errore molto grave è esagerare nella pubblicazione di post auto-glorificanti: i traguardi raggiunti dall'azienda sono importanti, ma è sempre meglio tenerseli per sé o gestirli col contagocce.

3. Postare in continuazione.
La pagina Facebook dell'azienda non è un profilo personale: pubblicare troppi post al giorno potrebbe infastidire i fan.
Ogni post, infatti, deve avere una finalità precisa ed usufruire di una visibilità che verrebbe altrimenti oscurata dai troppi messaggi inutili.

4. Lasciare l'URL nel post.
Quando si condivide un articolo, è sempre il caso di eliminare l'URL dal testo principale: Facebook, infatti, penalizza la visibilità dei post contenenti URL troppo lunghi.

5. Criticare una concorrente.
Nonostante la pubblicità sia un campo minato, esistono delle regole da seguire: nello specifico, criticare una concorrente non solo può risultare davvero poco elegante, ma potrebbe anche farle della pubblicità gratuita.

6. Porre quesiti stupidi.
Una delle regole da seguire quando si gestisce una pagina Facebook aziendale, è spingere all'interazione gli utenti: questa, però, dev'essere un'operazione da svolgere in modo naturale.
Porre delle domande stupide solo per il gusto di mettere un punto interrogativo sul post, potrebbe spingere gli utenti ad evitare quel contenuto.

7. Litigare con i fan.
Una delle cose peggiori in assoluto da fare su Facebook è litigare con i fan e creare chilometri di commenti furiosi sulla propria pagina: chi gestisce una pagina social aziendale dovrebbe sempre rispondere col sorriso e preoccuparsi di verificare la fonte del malcontento.

facebook_gestione_pagina


8. Usare il CAPS-LOCK.
Abusare delle maiuscole utilizzando il CAPS-LOCK equivale, nella netiquette, a lanciare un urlo sul web: scrivere post interamente in maiuscolo è una delle peggiori abitudini di chi scrive su Internet, e può causare gravi danni all'immagine dell'azienda.

9. Citare il proprio brand in terza persona.
Quando si scrive un post o si commenta un articolo condiviso, sarebbe preferibile evitare di citare il brand dell'azienda, soprattutto se lo si fa in terza persona.  

10. Scrivere contenuti omofobi, razzisti o religiosi.
Sembra un'ovvietà, ma può capitare che quello che noi vediamo come una battuta possa non venire interpretato come tale. Che poi ci siano brand che giochino su questo, è un'altra questione.

epicfail_facebook?

Metti un like

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.