Menu

Google Plus, ti spiezzo in due!

Torna alle news
02/03/2015
Google+, Social media

Google Plus è morto?
Sta per essere spezzato in due?
No, sta solo cambiando pelle.

L’articolo che state leggendo non è quello originale, ma è il rifacimento di un post di qualche giorno fa, in cui avevo dato voce a rumors provenienti da oltreoceano, dove ormai da anni si divertono a dare Google+ per morto.
Ogni social, del resto, ha un suo ruolo. Ecco, quello di Google+, tra gli altri, è di farsi prendere in giro.
Il copione è sempre quello. Un rumor viene ripreso con una certa superficialità da alcuni blogger (eccomi qua. Mea culpa), che si divertono a sbeffeggiare Google+ dandolo per morto. Tempo pochi giorni e interviene qualcuno a prendere in giro chi lo ha dato per morto.
E’, questo, un gioco che si perpetua dal 2011.

Il guru di Google Plus Salvatore Russo ci spiega con chiarezza in cosa consistono i recenti cambiamenti del social.

Il Tagliaerbe Davide Pozzi, in un articolo del maggio 2014 che va bene anche oggi e forse andrà bene pure tra qualche anno, analizza alcuni capitoli di questo gioco. Il video di Taverniti, in calce all’articolo, suggerisce che dietro ai rumors ci possono essere anche gretti interessi economici di singole persone.

Eric Enge ci dà e ci smonta le argomentazioni a favore e contro G+. L’articolo è molto utile per farvi trovare pronti nel caso la Santanchè di turno volesse litigare in merito a questa questione.

E quindi? Google+ avrà futuro?

1.       Google Plus potrà avere un grande futuro. Se è vero che il futuro del web è legato alla personalizzazione, è altrettanto vero che è proprio l’ecosistema di Google (di cui Google+ rappresenta il collante) ad averci quasi costretti a navigare loggati, personalizzando quindi molti dei nostri movimenti in rete. Cito qui Scandellari e di nuovo Russo.

2.       Google Plus potrà NON avere un grande futuro. E’ pur sempre un social in cui spesso ci si ritrova per inerzia, un social che ha scarso appeal tra i giovanissimi, un social che si presenta come se fosse ricco di grandi contenuti, ma che alla fine vive di immagini, un social che si pone a volte in maniera snob. E poi, se ti danno per morto una volta, ti allungano la vita, ma se ti attribuiscono la morte più volte, un fondo di verità è facile che ci sia.




Per sfruttare al meglio Google+, vi consiglio “Scopri Google Plus e conquista il web”. E’ una guida all’utilizzo del social di Google molto ricca e molto chiara.

 
 

Metti un like

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.