Menu

Facebook e il marketing dietro le morti celebri

Torna alle news
28/01/2016
Grafica, Facebook, Social media, Web marketing

Attualmente, il web si rivela uno strumento ampiamente usato in quasi ogni parte del mondo. Gli utenti che navigano e sfruttano i numerosi strumenti virtuali sono tantissimi, ma dobbiamo dire che la tendenza principale è quella di iscriversi e interagire con amici e parenti sui social network. Tutto questo ha portato le aziende a utilizzare il web e soprattutto i social media come un mezzo pubblicitario proficuo, avvalendosi delle migliori strategie di marketing.

Sicuramente, Facebook è la piattaforma social più utilizzata in Italia, che conta miliardi di utenti in tutto il mondo che rimangono costantemente connessi tramite i propri dispositivi mobili. Perciò, il social di Mark Zuckerberg è certamente uno strumento valido per incrementare la visibilità e la popolarità di ogni azienda presente online, presentandosi come un ottimo mezzo di promozione anche per liberi professionisti, così come per blogger e privati che desiderano guadagnare grazie il web. Tuttavia, creare una pagina dedicata alla proprio brand o attività non basta. Infatti, proprio come Google, Facebook ha un suo algoritmo e, quindi, per riuscire a raggiungere più persone e ottenere un maggior numero di interazioni da convertire in traffico, vendite, iscrizioni, etc., è opportuno cercare di "accontentarlo" e rispondere a determinati requisiti. A questo proposito bisogna sapere xhe esistono numerose tecniche da mettere in atto e una di queste consiste nello "sfruttare" le morti celebri.


Anche se questo può sembrare umanamente ingiusto o sbagliato, possiamo facilmente notare che le condivisioni, le interazioni e il pubblico raggiunto dai post dedicati a personaggi di un certo calibro venuti a mancare si manifestano in numeri più elevati rispetto a "regolari" link, immagini o stati pubblicati su Facebook.

Questo cospicuo aumento può comportare un incremento della portata dei post in generale, ovvero un miglioramento dell'andamento della pagina che si traduce in più persone raggiunte anche dagli altri link pubblicati. Tutto questo porta ovviamente ad un maggiore traffico in entrata al proprio sito e ad un notevole numero di conversioni in più. Perciò, sono molte le aziende che "utilizzano" le morti celebri per massimizzare le interazioni con la propria pagina, sfruttando così tutti i risultati positivi provenienti da questa strana ma efficiente strategia di marketing.


Per farvi capire quanti vantaggi si possono ricevere attraverso un simile stratagemma, possiamo prendere in esame un esempio recente come la scomparsa di David Bowie. Quante aziende, blog o liberi professionisti hanno creato post dedicati al cantante o immagini che riportavano le frasi dei suoi brani? Sicuramente tantissime, e questo è avvenuto in tutto il mondo. Questi post e immagini sono state condivise centinaia e centinaia di volte, portando con sè il nome della pagina del brand, del blog o della persona che ha realizzato la pubblicazione originaria. Questa è ovviamente una promozione indiretta per la propria attività, che può comportare anche numerosi "mi piace" in più alla pagina stessa. Tutto questo si traduce nuovamente nel raggiungimento di più persone, in un maggiore traffico in entrata al proprio sito e in un tutte le altre positive conseguenze. 

Ovviamente, potremo elencare tanti altri esempi, in quanto persino i post che imputano la morte a vip ancora vivi funzionano benissimo e riscuotono successo e condivisioni anche dopo la loro doverosa smentita. Naturalmente, questo non vuol dire che per valorizzare un brand su Facebook è necessario inventarsi delle notizie, ma significa semplicemente che seguire e condividere morti celebri può rivelarsi una buona strategia di social media marketing da implementare al proprio piano di pubblicazione e che quindi è una soluzione valida da attuare per aumentare la propria visibilità e popolarità su Facebook, proprio come fanno già molte aziende. In più, è un modo per far capire agli utenti che dietro un brand ci sono delle persone come loro, che la pensano come loro. Questo è un elemento che porta le persone alla fidelizzazione alla pagina, all'attività e al sito correlato e, conseguentemente, all'importante passaparola, ovvero alla pubblicità spontanea che i clienti fanno ad un'azienda che li lascia ampiamente soddisfatti. 

Per inserire questo tipo di notizie nella vostra strategia di Social Media Marketing, potrete realizzare e condividere immagini, link e frasi famose, da abbinare con giusti tag e hashtag. Infine, ricordate che, in generale, un buon piano di pubblicazione dedito alla promozione di una FanPage prevede una particolare attenzione non solo per le morti celebri, ma anche per tutte le notizie e le novità di interesse pubblico che fanno tendenza. Pertanto, il suggerimento è di non sottovalutare questi importanti elementi e di utilizzarli non solo per ottimizzare l'andamento del vostro account social, ma anche per massimizzare il vostro piano editoriale di siti e blog.

Metti un like

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


Invia

Non perderti le nostre news

Privacy Policy
Ho letto e autorizzo l'invio della newsletter.